corsi formazione contesrl salento

Contributo a fondo perduto fino al 50% per avvio Manutentore del Verde – Bando NIDI

Fondo perduto per avvio Attività di Manutentore del Verde

  » Scadenza: Esaurimento risorse disponibili
  » Stato bando: Aperto
ENTE EMANATORE
Regione Puglia

DESTINATARI
Le richieste di contributo possono essere inoltrate da:

  • Imprese, pur se costituite da più di 6 mesi e attive, che si configurino come “passaggio generazionale” ovvero i dipendenti di imprese in crisi che intendano salvaguardare la propria occupazione costituendosi in cooperativa o in società;
  • Giovani di età compresa tra 18 e 35 anni;
  • Donne di età superiore a 18 anni;
  • Soggetti che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato negli ultimi 3 mesi;
  • Soggetti in procinto di perdere il posto di lavoro, in particolare:
    • dipendenti di imprese poste in liquidazione o soggette a procedura concorsuale;
    • dipendenti di imprese poste in mobilità;
    • dipendenti di imprese posti in CIG o beneficiari di ammortizzatori sociali in deroga gestiti dalla Regione Puglia.
  • Titolari di partita Iva in regime di mono-committenza non iscritti al registro delle imprese.

Sono esclusi i seguenti settori:

  • Imprese attive nel settore della pesca e dell’acquacoltura;
  • Imprese attive nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli;
  • Imprese attive nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • Esportazione verso paesi terzi o Stati membri, o ad altre spese correnti connesse con l’attività di esportazione;
  • Imprese attive nel settore carboniero;
  • Imprese attive nel settore della costruzione navale;
  • Siderurgia;
  • Imprese attive nel settore delle fibre sintetiche.

DIMENSIONE IMPRESA
Micro

AMBITO TERRITORIALE
Puglia

INIZIATIVE
Nuove imprese per acquisto Attrezzature, Impianti, Macchinari, Acquisto Mobili e macchine da ufficio, Liquidità aziendale, Circolante a se stante e/o secco, Avvio nuova impresa

INTERVENTI AMMISSIBILI E SPESE AGEVOLABILI
Obiettivo dell’iniziativa è sostenere l’avviamento, sul territorio della Regione Puglia, di iniziative imprenditoriali che prevedano un investimento minimo di 10.000 euro e massimo di 150.000 euro.

A tal fine sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • Spese per investimenti (da realizzarsi successivamente alla data di presentazione della domana):
    • Arredi, macchinari, impianti e attrezzature varie, nonché automezzi nei casi in cui gli stessi siano di tipo commerciale;
    • Opere edili e assimilate;
    • Programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.
  • Spese di esercizio (importo minimo pari a 500 euro):
    • Spese relative all’acquisto di materie prime, semilavorati, materiali di consumo e di scorte;
    • Spese di locazione di immobili derivanti da contratti registrati;
    • Utenze;
    • Premi per polizze assicurative su beni materiali mobili o immobili di proprietà dell’impresa;
    • canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati, per servizi software, servizi “cloud”, servizi informativi, housing, registrazione di domini Internet, servizi di posizionamento sui motori di ricerca, acquisto di spazi per campagne di Web Marketing, Keywords Advertising, Social, Brand Awareness e Reputation; servizi di personalizzazione di siti Internet acquisiti da impresa operante nel settore della produzione di software, consulenza informatica e attività connesse.


TIPO DI CONTRIBUTO
Contributo a fondo perduto, Finanziamenti bancari a tasso convenzionato

MODALITÀ EROGAZIONE CONTRIBUTO
A sostegno degli investimenti, l’aiuto è concesso sotto forma di un contributo in conto impianti composto da una quota a fondo perduto e da un prestito agevolato, entrambi, pari al 50% della spesa ammissibile, fermo restando il limite massimo di contributo erogabile pari a 120.000 euro e comunque secondo le seguenti tranches di erogazione:

  • Per programmi di investimento di importo complessivo fino a 50.000 euro, l’intensità di aiuto è pari al 100% degli investimenti ammissibili;
  • Per programmi di investimento di importo complessivo compreso tra 50.000,01 e 100.000 euro l’intensità di aiuto è pari al 90% degli investimenti ammissibili;
  • Per programmi di investimento di importo complessivo compreso tra 100.000,01 e 150.000 euro l’intensità di aiuto è pari all’80% degli investimenti ammissibili.

E’ concedibile un contributo in conto esercizio a fondo perdutonon superiore a 10.000 euro in misura pari al 100% delle spese di gestione ammissibili sostenute entro sei mesi dalla prima tranche di erogazione del contributo.

Il prestito su elencato dovrà rispettare le seguenti caratteristiche:

  • Importo minimo/massimo: 5.000 euro/60.000 euro;
  • Preammortamento: 6 mesi;
  • Durata massima: 60 mesi;
  • Tasso di interesse: fisso, pari al tasso di riferimento UE;
  • Rimborso: rate costanti posticipate.


FONTE
Bollettino Ufficiale della Regione Puglia

ALLEGATI

PER MAGGIORI INFORMAZIONI O CONSULENZA CONTATTACI