Adeguamento mezzi agricoli

ADEGUAMENTO MEZZI AGRICOLI

Adegua il tuo mezzo agricolo agli standard di sicurezza: Telai di protezione e kit sicurezza certificati per tutti i trattori gommati e cingolati.
La Sicurezza non è un gioco!

VENDITA TELAI E DISPOSITIVI DI SICUREZZA CERTIFICATI PER TUTTI I TRATTORI AGRICOLI GOMMATI E CINGOLATI

Motivi per acquistare da CONTESRL

  • Più di 1500 modelli adattabili a trattrici agricole e forestali di varie tipologie e dimensioni, sia gommati che congolati.
  • Telai certificati secondo gli schemi ISPESL (Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro)
  • Rilascio del certificato di conformità da allegare al libretto di circolazione.
  • Eviti di incappare nelle sanzioni DL 81/08 (1 mese di arresto o 600 euro di multa)
  • Spedizione immediata in tutta italia
  • montaggio estremamente facile

Compila il form sottostante scrivendo nell’oggetto IL MODELLO DEL TUO TRATTORE

Nome e Cognome (*)

Telefono (*)

Città (*)

Indirizzo e-mail (*)

Oggetto

Messaggio

(*) Campi obbligatori

CONSULENZA AZIENDALE GRATUITA IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MAGGIORI INFORMAZIONI

Come si adegua il trattore per affrontare i rischi da ribaltamento?

si adegua installando un dispositivo di protezione del posto guida (telai ROPS) e una cintura di sicurezza idonea a trattenere il conducente all’interno della protezione offerta dal dispositivo in caso di ribaltamento del trattore.

 

Quando è obbligatorio l’adeguamento del trattore per i rischi da ribaltamento?

sempre quando si utilizza il trattore.

 

Chi deve adeguare il trattore per i rischi da ribaltamento?

l’utilizzatore, chiunque esso sia.

 

L’installazione di un dispositivo di protezione per i rischi da ribaltamento e di una cintura di sicurezza esauriscono gli interventi di adeguamento del trattore alle norme di sicurezza ed igiene del lavoro?

No, esauriscono solo per la prevenzione dei rischi connessi al ribaltamento del trattore, se utilizzati correttamente.

 

Come si utilizzano correttamente il dispositivo di protezione del posto guida (telai ROPS) e la cintura di sicurezza per i rischi da ribaltamento?

il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione del posto guida prevede, nel caso di telaio a due montanti (arco ROPS) ribaltabile, che detto telaio venga ripristinato eretto ogni volta che l’utilizzo del trattore comporti il rischio di ribaltamento; l’uso corretto della cintura di sicurezza prevede che il conducente abbia allacciata la cintura quando il trattore è in movimento; l’uso corretto di questi dispositivi prevede la loro sostituzione dopo ogni incidente che abbia causato il ribaltamento del trattore. Gli esempi sopracitati non esauriscono la casistica dei comportamenti corretti nell’uso dei dispositivi.

 

Quando si adegua un trattore agricolo installando il dispositivo di protezione del posto guida (telai ROPS) e la cintura di sicurezza occorre aggiornare la carta di circolazione del trattore?

no, se per questi interventi si possiedono le dichiarazioni di conformità alle linee guida ISPESL-INAIL per l’adeguamento dei trattori agricoli o forestali ai requisiti di sicurezza delle attrezzature di lavoro previsti al punto 2.4 della parte II dell’allegato V del D.Lgs. 81/08 da parte del produttore e dell’installatore.

 

Chi può sottoscrivere la dichiarazione di corretta installazione delle strutture di protezione realizzate conformemente alla linea guida ISPESL per l’adeguamento dei trattori agricoli o forestali contro il rischio di capovolgimento ed installate conformemente alle indicazioni tecniche fornite nella stessa linea guida?

essendo il trattore un veicolo a motore ed ai fini degli adempimenti in materia di sicurezza della circolazione stradale, solo le officine autorizzate ai sensi della legge n.122 del 5 febbraio 1992 che disciplina le attività di autoriparazione possono installare i dispositivi di protezione ROPS. Infatti esiste un registro delle imprese esercenti attività di autoriparazione e solo chi è iscritto nel suddetto registro può esercitare attività di autoriparazione (in tale attività rientrano le attività di manutenzione e riparazione dei veicoli a motore, ivi compresi ciclomotori, macchine agricole, rimorchi e carrelli, adibiti al trasporto su strada di persone e di cose ed in particolare gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente, nonché l’installazione di impianti e componenti fissi). C’è però una deroga a tale obbligo per le aziende agricole. Infatti il Decreto Legislativo n. 9 del 29 marzo 2004 prevede all’art. 14 (semplificazione degli adempimenti amministrativi) comma 12, che l’attività di auto riparazione di macchine agricole e rimorchi effettuate sui mezzi propri dalle imprese agricole provviste di officina non è soggetta alle disposizioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 122, per cui un’azienda agricola che abbia un’officina con l’idonea attrezzatura può installare la struttura di protezione sui propri trattori ed il titolare di tale azienda agricola può sottoscrivere la dichiarazione di corretta installazione (allegato IV linee guida ISPESL).

 

Dove è possibile trovare la dichiarazione del costruttore di non disponibilità della struttura di protezione (allegato V linee guida ISPESL) per vecchi trattori?

premesso che è ammessa l’installazione di una struttura di protezione rispondente ai requisiti previsti nella linea guida ISPESL (ora INAIL) solo nel caso in cui la struttura di protezione originaria conforme a quella approvata in sede di omologazione del trattore, non sia più commercialmente disponibile; la dichiarazione di non disponibilità commerciale della struttura di protezione originaria (allegato V) deve essere richiesta al costruttore del trattore di cui trattasi o ad un suo “rappresentante” quale può essere anche il rivenditore della ditta costruttrice del trattore. Una struttura di protezione è considerata commercialmente non disponibile anche nel caso in cui la dichiarazione di cui sopra non sia prodotta dal costruttore del trattore entro il termine di 30 giorni dalla richiesta dell’utente; ovvero espressamente indicata nel catalogo ricambi ufficiale del costruttore del trattore. In tal caso è necessario che l’utente sottoscriva l’indisponibilità commerciale tramite apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’articolo 47 del DPR 445 del 28 dicembre 2000 (allegato VI).

NORMATIVA E SICUREZZA

notizie, guide e aggiornamenti su norme e sicurezza in agricoltura

X